Servizi degli uffici di Patronato ITAL-UIL in Canada  
 
Non è necessario fissare appuntamenti  
Tutti i servizi offerti sono gratuiti, 
per i  servizi consolari  le eventuali somme richieste sono solo ed esclusivamente gli importi richiesti dal Consolato Italiano senza nessuna aggiunta. 
Per ogni informazione contattate l'ufficio piú vicino. 
 
 
Settore Pensionistico                         
Domande di pensione Italiane: 
Pensione di anzianità,  
Domande di pensione Canadesi
Pensioni con paesi convenzionati Canada 
Solleciti. 
Servizi Sociali 
Stesura di corrispondenza ( comunicazione decesso, cambio di indirizzo, richiesta certificati italiani, ecc.), 
Assistenza nelle questioni fiscali di competenza italiana e canadese (inclusa la campagna RED) 
Esperimento richieste della clientela di passaggio, 
Assistenza nella compilazione delle domande per la Permanent Resident Card e per la cittadinanza  canadese, per il rilascio di duplicati di certificati canadesi ( nascita, matrimonio, decesso e carta di sbarco (Land Immigrant)). 
 
Cittadinanza : per riconoscimento, per matrimonio o per residenza, 
Anagrafe : iscrizione, registrazione, aggiornamento dati, stato civile, leva militare. 
Servizio passaporti, rilascio/rinnovo. 
Richiesta Codice Fiscale italiano. 
Assistenza sanitaria
Pensione di anzianità 
 
Documenti necessari : 
- Certificato di nascita 
- Certificato di nascita del Coniuge ( Marito  o Moglie ) 
- Certificato di Matrimonio 
- Passaporto Italiano con il timbro di " Landed of   Immigrant"   
       ( passoporto con  il quale si è arrivati in   Canada) 
- Social Insurance Number Canadese S.I.N. 
- Certificato di Cittadinanza Canadese ( se  applicabile) o  
        passaporto  canadese valido. 
- Foglio matricolare/Congedo ( se applicabile) 
- Pos. Assicurativa/Documenti lavoro (Italia-  Estratto 
       conto INPS)  
 
Requisiti 
Si può ottenere prima di aver compiuto l'età prevista per la pensione  
di vecchiaia. 
È necessario però aver maturato i seguenti requisiti: 
35 anni di contributi e 66 anni di età per i lavoratori dipendenti;  
35 anni di contributi e 66 anni di età per i lavoratori autonomi  
   (artigiani, commercianti e coltivatori diretti).   
Si può prescindere dall'età, se si ha una maggiore anzianità contributiva. 
In tal caso servono: 
almeno 39 anni di contributi per i lavoratori dipendenti;  
almeno 40 anni di contributi per i lavoratori autonomi.  
Il requisito della maggiore anzianità contributiva salirà  
gradualmente, fino ad arrivare a 40 anni nel 2008, anche  
per i lavoratori dipendenti. 
Per avere la pensione di anzianità i lavoratori dipendenti devono  
dimettersi dal lavoro.  
Gli autonomi possono invece continuare la loro attività, senza obbligo  
di cancellazione dagli elenchi di categoria.  
La recente legge di riforma del sistema previdenziale ha introdotto  
l'incentivo al posticipo della pensione, un particolare beneficio per i  
lavoratori del settore privato che hanno maturato o matureranno il  
diritto alla pensione di anzianità entro il 31 dicembre 2007, ma  
decidono di continuare a lavorare.  
Coloro che scelgono di rimanere al lavoro possono rinunciare  
all'accredito dei contributi ottenendo un aumento esentasse in busta 
paga pari alla contribuzione previdenziale.   
I REQUISITI  
Lavoratori dipendenti
Lavoratori autonomi
58 anni di età e 35 di contributi
59 anni di età e 35 di contributi
Lavoratori dipendenti
Lavoratori autonomi
2007 
2008
39 
40
40 anni di contributi
 
QUANDO SI OTTIENE  
Una volta in possesso dei requisiti occorre attendere la "finestra d'uscita"  
che fissa la decorrenza della pensione. 
Per i lavoratori dipendenti "le finestre" sono indicate nella tabella che  
segue: 
Se i requisiti sono raggiunti  
entro il
la prima finestra utile  
è quella del
1° trimestre dell'anno
1° luglio dello stesso anno
2° trimestre dell'anno
1° ottobre dello stesso anno
3° trimestre dell'anno
1° gennaio dell'anno successivo
4° trimestre dell'anno
1° aprile dell'anno successivo
 
Mentre per i lavoratori autonomi "le finestre" utili sono:  
Se i requisiti sono raggiunti  
entro il
la prima finestra utile  
è quella del
1° trimestre dell'anno
1° ottobre dello stesso anno
2° trimestre dell'anno
1° gennaio dell'anno successivo
3° trimestre dell'anno
1° aprile dell'anno successivo
4° trimestre dell'anno
1° luglio dell'anno successivo
 
La pensione decorre dall'apertura della finestra, purchè la domanda sia  
stata presentata prima di quella data. 
In caso contrario, decorre dal primo giorno del mese successivo alla  
presentazione della domanda.